top of page
  • Immagine del redattoreManuela Lenoci

10 cose imperdibili da fare ad Altamura

Aggiornamento: 17 feb

Conosciuta anche con l’appellativo di Leonessa di Puglia, Altamura ha nella sua storia un’incredibile racconto di resistenza e tenacia



cose da fare e dove mangiare ad altamura

La fama del suo pane, il celebre "Pane di Altamura DOP" è nota a tutti, ma nulla avrebbe potuto prepararmi alla squisitezza di quel croccante scrigno di tradizione e ad i suoi profumi irresistibili di quando è appena sfornato. L'iter per ottenere il riconoscimento UNESCO per il pane di Altamura come patrimonio dell'umanità è ufficialmente avviato. Questo pane, venerato come emblema della città murgiana, potrebbe presto guadagnarsi un posto nella prestigiosa lista mondiale dei tesori culturali da preservare.


cose da fare e dove mangiare ad altamura pane di altamura

La mia avventura in questa città è cominciata quasi per caso, percorrendo la stradine del centro storico alla ricerca delle panetterie artigianali facendomi guidare appunto dai profumi irresistibili di pane appena sfornato.



E mentre immaginavo di gustare una fetta di autenticità pugliese, a forma di cuore,  sapevo già che Altamura avrebbe lasciato un'impronta indelebile nel mio cuore di viaggiatrice curiosa.

cose da fare e dove mangiare ad altamura pane di altamura

Ma il pane ad Altamura non é l'unico frutto della tradizione che risale addirittura al 1° secolo a.C !

uomo di neanthertal altamura

C'è anche "Ciccillo". Un maschio adulto, di circa trent’anni. Ad Altamura, la sua scoperta è avvenuta nella cavità carsica di Lamalunga nell’autunno del 1993, quando in un’abside naturale tre speleologi rinvennero uno scheletro di Homo neanderthalensis antico di 150mila anni. "Ciccillo", un soprannome che risuona tra le strade di Altamura come un segreto condiviso tra amici e conoscenti. Dietro questo affettuoso appellativo si cela la figura di una persona speciale, un individuo che incarna l'anima autentica di Altamura. "Ciccillo" potrebbe essere colui che gestisce con passione la panetteria di famiglia, portando avanti la tradizione secolare del celebre Pane di Altamura. O forse, "Ciccillo" è quel personaggio pittoresco che anima le piazze durante le festività locali, coinvolgendo la comunità con il suo spirito festoso e la sua abilità nel coinvolgere grandi e piccini in danze tradizionali.


cose da fare e dove mangiare ad altamura pane di altamura

Indipendentemente dal ruolo che "Ciccillo" potrebbe ricoprire nella vita di Altamura, il suo nome è un sinonimo di autenticità e legame con le radici. È il custode delle tradizioni, il "tramite tra passato e presente", il testimone di una storia che si svela attraverso gesti quotidiani e momenti di convivialità. Al momento, si tratta dell’esemplare arcaico meglio conservato. E del più desiderato, perché non è ancora possibile estrarlo dalle formazioni di calcite e coralloidi che lo avvolgono.



  Nella mia rubrica "A portata di Manu" ti propongo idee, esperienze e itinerari, ma anche cose da fare se vieni da queste parti che tu sia un visitatore straniero o un turista in casa. Nell'articolo (affianco ad ogni singola esperienza) sono indicati tutti i riferimenti per prenotare biglietti o escursioni o visite guidate sul territorio .


Se vuoi segnalarci la tua attività o semplicemente proponi delle esperienze uniche e vorresti invitarci per farcele scoprire, scrivici a apugliesearoundthewolrd@gmail.com  Saremo felici di venire a trovarti


DOVE SI TROVA ALTAMURA E COME RAGGIUNGERLA
altamura come arrivare

Il comune di Altamura si trova all’interno dell’area del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. La chiamano la Leonessa di Puglia. L'origine del soprannome risale al XVIII secolo. Questa città simile alla Francia, ha vissuto un'importante rivoluzione ispirata ai principi di libertà, uguaglianza e fraternità. Nel febbraio 1799, alla notizia della fuga del re a Palermo, gli altamurani trasformarono la città da borbonica a repubblicana, piantando l'albero della libertà in piazza Duomo (oggi non più visibile). L'esercito borbonico intervenne guidato dal cardinale Ruffo, ma gli altamurani, barricandosi e preparando munizioni, resistettero. Lo scontro del 9 maggio 1799 mostrò la tempra della minoranza delle forze altamurane le quali esaurite le munizioni, iniziarono a sparare monete per resistere più a lungo.

Fondata nel 13° sec. da Federico II (a cui si deve la cattedrale che sorge al centro della città Santa Maria dell'Assunta).


Siamo a poco più di 40 km da Bari e a 19 km da Matera, quasi al confine della Puglia con la Basilicata. Ecco come raggiungere Altamura comodamente con i principali mezzi di trasporto disponibili.


IN AUTO

49 km a sud-ovest di Bari lungo la SS96


IN TRENO

Collegamenti diretti con Bari FAL ( Ferrovie Appulo Lucane) passando anche per TORITTO altra città del Parco

Collegamenti con Trenitalia ( da Bari fino a Gioia del Colle) e poi Autobus da Gioia del Colle



Ma quali sono le 10 cose imperdibili da fare ad Altamura? ?


murgiano manuela lenoci parco della murgia

La città di Altamura fa parte del Parco dell'Alta Murgia che nel 2021 ha avanzato la sua candidatura per ottenere il prestigioso titolo di Geoparco UNESCO.

La mia stessa avventura. nello scrivere questo articolo,  alla scoperta del concetto di Geoparco è stata un viaggio di conoscenza, un'esperienza che ha contribuito a espandere le mie informazioni sul territorio in modi che non immaginavo. 

 Che cosa è il Geoparco? Si tratta di un'area protetta caratterizzata da una geologia di rilevanza internazionale, all'interno della quale si promuove lo sviluppo sostenibile. Questa iniziativa abbraccia il turismo responsabile, la conservazione ambientale, l'educazione e la ricerca, focalizzandosi non solo sulla geologia, ma anche sulla biodiversità, la flora e la fauna presenti nell'area. L'obiettivo è valorizzare a livello globale il patrimonio geologico di queste terre.


Tour tra i Geositi del Parco dell'Alta Murgia

A livello mondiale, possiamo contare su 177 Geositi distribuiti in 46 nazioni, e tra questi, ben 11 sono situati in Italia. Di questi 11, l'area dell'Alta Murgia ne vanta 5 di cui 3 sono nel Comune di Altamura:


UN VIAGGIO LUNGO LA  STORIA DELLA TERRA: IL PARCO DELL'ALTA MURGIA CANDIDATO A GEOPARCO UNESCO

parco dell'alta murgia gravina in puglia

  Dal portale visitaltamurgia.it 


parco dell'alta murgia geoparco cava pontrelli

Cava Pontrelli ad Altamura: Questa cava è famosa per le oltre 25.000 impronte di dinosauro ben conservate che si trovano sulla sua superficie. Rappresenta un importante sito paleontologico che testimonia la presenza di dinosauri nella regione.








parco dell'alta murgia geoparco

Grotta di Lamalunga ad Altamura: Questa grotta è celebre per la scoperta, avvenuta nel 1993, dei resti scheletrici fossilizzati dell'Uomo di Altamura, uno degli esemplari più antichi dell'Uomo di Neanderthal. È un sito di grande rilevanza archeologica e antropologica




parco dell'alta murgia geoparco

Pulo di Altamura: E' una grande dolina da crollo che rappresenta una delle forme più scenografiche del carsismo superficiale in Italia. È un'attrazione naturale che offre una visione impressionante della conformazione geologica dell'area.



parco dell'alta murgia geoparco

Pulicchio di Gravina: è una dolina da crollo caratterizzata da un elevato potenziale scenografico. La sua forma regolare è impreziosita da una vasta vegetazione di pini e conifere, aggiungendo un tocco pittoresco al paesaggio.




Foto di Barinedita

parco dell'alta murgia geoparcoparco dell'alta murgia geoparco

Miniere di bauxite a Spinazzola: Queste miniere si trovano sul costone murgiano a Spinazzola e sono un giacimento calcareo scoperto nel 1935. Tra gli anni Cinquanta e gli Ottanta, sono state sfruttate per l'estrazione di minerali grezzi utilizzati per produrre alluminio. I depositi di terra rossa delle miniere attraggono i visitatori per le vivaci sfumature dei colori.


In compagnia di accompagnatori naturalistici specializzati, è possibile seguire i ‘Geopassi’, una serie di itinerari lungo i geositi del territorio riconosciuti a livello mondiale.


guide ufficiali parco dell'alta murgia

Dal sito del PARCO DELL'ALTA MURGIA è possibile consultare TUTTO l'elenco degli itinerari e dei percorsi praticabili a piedi, in bici e per ipovedenti che includono Altamura


Dal sito del PARCO DELL'ALTA MURGIA è possibile prenotare la tua visita guidata contattando direttamente una delle 20 guide specializzate che propongono tour anche per Altamura


Visitare la Cattedrale fondata da Federico II
cattedrale di altamura

L'imponente Cattedrale di Santa Maria Assunta ad Altamura, fondata da Federico II di Svevia nel 1232, è un affascinante connubio di stili architettonici che spaziano dal romanico al gotico, dal barocco al moresco. Originariamente rivolta verso ovest, (le chiese antiche infatti erano concepite per fare in modo che i fedeli e il sacerdote pregassero rivolti verso est, cioè verso il sorgere del sole) questo antico monumento è un simbolo di devozione e maestosità.


Per una visita guidata è possibile contattare il MUSEO DIOCESANO ubicato all'interno della Cattedrale 348 151 8763


Ammirare il Mantello di Murat nel Museo Diocesano

Foto fonte web

mantello di murat ad altamura

Per ammirarlo basta recarsi nel Museo Diocesano Matronei di Altamura situato all’interno della Cattedrale di Santa Maria Assunta. Il capo pregiato fu regalato nel 1808 da Gioacchino Murat al vescovo di Altamura Gioacchino de Gemmis come “premio” per aver benedetto l’albero della libertà, simbolo della Rivoluzione di Altamura” del 1799, durante la quale il paese insorse contro i Borbone inseguendo gli ideali propagandati dai Francesi. La figura di Murat a Bari è molto nota anche oggi in quanto porta da più di 200 anni il suo nome il "quartiere murattiano" a lui dedicato per aver posto, il 25 aprile del 1813, la prima pietra del nascente “borgo nuovo”. Nel Museo Diocesano si trova una bacheca in vetro dove dall’ottobre del 2016 è posto il mantello con ricami su seta a “punto pittura” per l’effetto artistico conferito al disegno che ritrae tralci di foglie e frutti. Sul tessuto si alternano paillettes e inserti in tulle da cui è possibile intravedere dei petali di rosa ormai secchi.


Costo del Biglietto 8 euro Tutte le info per la visita al Museo QUI


Tour tra La Rete Museale Uomo di Altamura
uomo di altamura

La Rete museale dedicata all'Uomo di Altamura è composta da Palazzo Baldassarre, il Centro Lamalunga, il Museo Nazionale Archeologico di Altamura e l'Info Point di via Treviso. Quattro diversi siti, ognuno ricco di interesse, dove andare ad approfondire la conoscenza di una delle più sensazionali scoperte archeologiche degli ultimi anni e di una storia, una natura e un territorio tra i più affascinanti e unici in Italia.

Presso il Centro Visite Lamalunga (Tel: 371 5814471) è possibile fare escursioni (guidate dagli speleologi) per raggiungere l’imbocco della Grotta dell’Uomo, la Grotta della Capra, il Pulo, il Parco della Mena.


Per prenotare tutte le info QUI



Museo nazionale archeologico

Il Museo Archeologico Nazionale di Altamura Inaugurato a marzo 2017 nasce dalla volontà di riunificare ed esporre le numerose testimonianze archeologiche rinvenute in tutto il territorio, dalla Preistoria al Medioevo, attraverso un allestimento dal taglio didattico, agile, conforme alla divulgazione scientifica ed efficace nella comunicazione destinata ad un pubblico diversificato di visitatori. Al primo piano, l’esposizione è dedicata alle civiltà succedutesi nell’Alta Murgia, dalla pre e protostoria all’età tardoantica, con materiali provenienti da abitati e necropoli del territorio limitrofo.

Al secondo piano l'esposizione è dedicata interamente al Paleolitico europeo con approfondimenti specifici sull’Italia centromeridionale. Ampio spazio è offerto alla mostra Preistoria del cibo: dalle origini del pane con focus sul forte legame con la vocazione agricola del territorio.


Puoi acquistare il biglietto da QUI

ANDARE A CONOSCERE I MAESTRI DEI FORMAGGI, LA FAMIGLIA DICECCA

caseificio di cecca ad altamura

Vito Dicecca ultima generazione di casari, insieme ai fratelli, riesce a tirar fuori dal latte prodotti eccellenti. Il latte dei suoi formaggi è quello delle vacche che pascolano nel Parco nazionale dell'Alta Murgia e le muffe utilizzate si sono evolute nel tempo.

La famiglia Dicecca produce dal 1930 tutti i tipi di formaggi dagli erborinati alla pasta filata agli stagionati.


Caseificio Dicecca | Altamura | via Bari, 26 | tel. 080 3140822 https://www.facebook.com/people/Caseificio-Dicecca/100063534222279/


Imperdibile il nuovo progetto Baby Dicecca, il nuovo cheese bar nella Foresta Mercadante, nel cuore delle Murge ideato da,

Vito Dicecca, classe 1983. Dopo aver fatto conoscere i formaggi di famiglia in tutto il mondo propone in degustazione il meglio della produzione locale


Tutte le info per prenotare BABY DICECCA



 


Sulle orme dei Dinosauri, visita al geo sito Cava Pontrelli
cosa fare ad altamura cava pontrelli uomo di altamura

Nel 1999 nella località “Cava Pontrelli” sono state rinvenute circa 30 mila orme di dinosauri risalenti al Cretacico Superiore (70/80 milioni di anni fa). Le dimensioni delle impronte variano dai 5-6 cm fino ai 40-45 cm e fanno supporre che siano state lasciate da animali alti fino a 10 mt. Dal sito del PARCO DELL'ALTA MURGIA è possibile prenotare la tua visita guidata contattando direttamente una delle 20 guide specializzate









Uno sguardo alle mura megalitiche

Fino ad oggi non sono state condotte indagini sistematiche sulle Mura megalitiche della città di Altamura, dette tali per la loro imponenza e altezza, tanto da dare il nome all’abitato. L’unico documento ufficiale si deve allo studioso di archeologia Francesco Maria Ponzetti che, verso la metà del ‘900, ha condotto una campagna di scavi lungo le mura esistenti. 

Testimonianza del tipo di fortificazione di età classica (V-IV sec. a.C.), diffuso anche in altri centri della Peucezia, le mura megalitiche di Altamura si presentano come un doppio circuito: una cinta interna, più piccola, che racchiudeva l’acropoli, con uno sviluppo di circa 1500 metri, ed una esterna, più ampia, che si estendeva per 3600 metri. Da intendersi come opera resa necessaria dalla particolare situazione in cui venne a trovarsi la gente indigena di tutta la Peucezia di fronte alle mire espansionistiche di Taranto e dei vicini centri lucani e sannitici, le mura megalitiche rivestono grande importanza dal punto di vista civile e militare. La tecnica costruttiva utilizzata prevedeva l’impiego di grossi blocchi (il termine “megalitiche” deriva, infatti, dal greco: mega, grande, e lithos, pietra), non sbozzati, disposti ad incastro tra loro, quindi assestati a secco. Le mura avevano una larghezza di 5,5 metri e un’altezza di oltre 4 metri


Tutte le info Pro Loco Altamura


cose da fare e dove mangiare ad altamura pane di altamura

In realtà è un museo privato. Racconta la storia di Pane, passione sogni del so fondatore, il patron Forte.

Sorge a pochi passi dalla Cattedrale di Santa Maria Assunta, in via Onorato Candiota, 2. E' uno dei forni medioevali più antichi di Altamura, Assieme a quello di Santa Caterina. Il museo si snoda in un percorso multimediale e sensoriale all'interno di EXHIBIT DESIGN, il visitatore ripercorre la storia del pane, la storia dell’arte della panificazione altamurana, contestualizzandola con gli ambienti e i paesaggi circostanti, perché anche essi parte integrante e fondamentale per comprenderne il racconto.


Per prenotare la visita al Museo tutte le informazioni le trovi QUI


Degustare il nocino Padre Peppe prodotto dal 1832
cose da fare e dove mangiare ad altamura padre peppe

E' un liquore tipico pugliese a base di noci, prodotto dal 1832 secondo l'antica ricetta segreta formulata in convento dal frate cappuccino Giuseppe Ronchi. Questo frate cappuccino si ritira in Puglia, da Napoli, con il desiderio di scoprire nella Murgia, nei suoi boschi, nei suoi prati, nelle sue acque e nelle sue rocce, un rimedio che potesse lenire o guarire le molestie e le infermità che il vivere quotidiano porta in sé. Il Padre Peppe è fatto con le noci verdi fresche che si vedono adesso sugli alberi, La ricetta originale racconta di raccogliere 13 noci verdi per ogni litro di alcool, tra il 13 giugno (S.Antonio) e il 25 giugno (S. Giovanni), di metterle a macerare un in contenitore chiuso ermeticamente con 13 chiodi di garofano, 1 noce moscata e 3 grammi di cannella, e ogni tanto scuotere il tutto e lasciare a riposare in un posto fresco e buio. Ha 42 gradi alcolici ed oltre alle riconosciute virtù digestive è anche un ottimo tonificante. Quasi tutte le famiglie di Altamura si sono tramandate la ricetta, ognuna con il proprio segreto. Ad intuire che questo elisir fosse qualcosa di più di una medicina naturale, fu il fratello del frate Giuseppe, Nicola Ronchi, che utilizzò la ricetta per produrre e servire nel suo antico caffè l’elisir di noci. A spingere il liquore al di fuori delle mura cittadine fu Luigi Striccoli, bisnonno degli attuali proprietari, che sposando una figlia adottiva del Ronchi, ereditò il caffè e la piccola fabbrica annessa.



Se vuoi segnalarci la tua attività o semplicemente proponi delle esperienze uniche e vorresti invitarci per farcele scoprire, scrivici a apugliesearoundthewolrd@gmail.com  Saremo felici di venire a trovarti

Dove mangiare ad Altamura?


Antica osteria Pein Assut propone i piatti tipici della tradizione altamurana. Dalle orecchiette alla parmigiana, le polpette al sugo, la salsiccia con le patate, i sottoli ed i formaggi freschi. Per gli amanti di carne di cavallo, la costata dicono essere eccezionale.080 311 8313


Porta Aurea Rilassare il cliente è la filosofia sposata dal titolare del Ristorante. La carrellata degli antipasti è ottima. Il locale è immerso nel verde apprezzabile soprattutto d'estate. Buonissima la pizza. Pesce di qualità la specialità del locale è l'arrosto alla brace 333 457 9209


I tre archi Alta cucina contadina qui si pratica anche il Gluten e il Lactos Free. Pizze e primi piatti a mio avviso qui sono davvero ottimi. Lo spaghettone ottimo. Hanno diversi tagli di carne pregiata che vi consiglio come il Wagyu.


Ristorante del corso- Biancospino Mare e terra qui convivono. E' un piccolo ristorante senza fronzoli ma la qualità è eccezionale. Prezzi medio alti Provate il Passatello. 080 314 2695


Tre torri Osteria di cucina tipica rivisitata. Carne e Pesce di qualità. L'antipasto è molto abbondante. Le pappardelle allo zafferano sono eccezionali e le cozze gratinate al forno 080 314 4024


Origini Vino e Cucina Il Posto è ricercato. Come lo è anche la cucina. Da buona tradizione pugliese non rinunciate agli antipasti sono buonissimi. Fiore di zucca in tempura, tris di formaggi, mini burger con cipolla caramellata, spezzatino d bovina e tanto ancora. 080 645 7928


Calvi Antipasti tutta la vita anche in questo ristorante. Qui hanno anche i crostini al pane di segalo che ho trovato geniali e buoni. Carne molto buona. Da assaggiare i dolci.




788 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
IMG_3140_edited.jpg

Sono una giornalista pugliese, amante del “vivere bene”.

Un po’ travel, un po’ fashion e un po FoodLover, questo blog è decisamente ricco di tanti contenuti che parlano delle mie mille avventure in Puglia e dintorni.

Benvenuto nel mio mondo

bottom of page