top of page
  • Immagine del redattoreManuela Lenoci

Cittaslow International: le pugliesi Trani, Gravina, Orsara e San'Agada

Quattro città pugliesi fanno parte delle Cittaslow International: il network nato in Italia nel 1999 che oggi connette tra loro 300 città a "lentezza positiva" in tutto il mondo, nel nome della sostenibilità e dell'economia circolare.



Forse non tutti sanno che esiste una rete internazionale di 300 città orgogliose della propria “lentezza”. Si chiama Cittaslow International ed è un network nato in Italia nel 1999, su iniziativa di Paolo Saturnini, allora sindaco di Greve in Chianti, insieme ai sindaci di Bra, Orvieto e Positano. Ventiquattro anni dopo, Cittaslow è diventato un marchio di qualità presente in 88 comuni italiani, connessi alla rete internazionale di 300 città, distribuite in 33 paesi.


Lentezza positiva, economia circolare, resilienza, sostenibilità, cultura e giustizia sociale sono alcuni dei principi guida dell’associazione. L’obiettivo è valorizzare i territori trasformandone qualità della vita e occupazione, rallentandone sia i ritmi sia il flusso della vita e del traffico che li attraversa. Lo slogan è “innovation by tradition” perché preservare lo spirito della comunità, trasmettendo memoria e conoscenza alle nuove generazioni, è l’unica via di sviluppo possibile.


L'articolo integrale è stato pubblicato su DOVE inserto del CORRIERE

35 visualizzazioni
IMG_3140_edited.jpg

Sono una giornalista pugliese, amante del “vivere bene”.

Un po’ travel, un po’ fashion e un po FoodLover, questo blog è decisamente ricco di tanti contenuti che parlano delle mie mille avventure in Puglia e dintorni.

Benvenuto nel mio mondo

bottom of page